Start it app

Il tuo nuovo business in pochi click

Start-it-app è una web application che permette di avere una informazione completa ed a 360 gradi, in pochi click, sull’avvio e gestione di qualsiasi attività professionale e di impresa. Inserendo il tipo di attività che si vuole avviare (ristorante, impresa di trasporti, medico…) Start-it-app fornirà: requisiti, costi e passaggi per avviare l’attività; scelta del modello più adatto (ditta, SAS, SRL, cooperativa…) sulla base di una analisi guidata; stima costi per imposte e contributi, sulla base dei dati inseriti; Inoltre l’applicativo fornirà, indicando la propria localizzazione: analisi base dei concorrenti e del mercato su mappa (geomarketing); informazioni provinciali, regionali, comunali (finanziamenti, opportunità varie). Collegato all’applicativo un sistema di annunci localizzato, legato allo startup di impresa (attività commerciali in vendita, professionisti…).

Start-it-app è una web application mirata all’utilizzo da parte dei cittadini, ed in particolare degli aspiranti imprenditori e professionisti. Il sistema può essere utilizzato e promosso da: Sportelli unica attività produttive (SUAP) comunali Camere di Commercio italiane Camere di Commercio all’estero Potenziali imprenditori e professionisti Il sistema è utilizzabile in via totalmente gratuita, e si pone lo scopo di fornire una informazione a 360 gradi al cittadino, che viene attualmente fornita in maniera frammentaria, limitata alle proprie competenze e non immediata presso gli enti pubblici sopra citati.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Comune di Piedimonte Etneo Comune di Linguaglossa

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?