A tutto test

Campagna di invito all'indagine sierologica

Ausl Romagna ha da tempo attivato una piattaforma multicanale utilizzata per abbattere il numero di casi in cui i cittadini prenotano una prestazione e poi non ne usufruiscono (senza preavviso), al fine di ridurre le liste d’attesa. Anche durante l'emergenza Coronavirus, l’AUSL Romagna ha comunicato agli assistiti, in modalità digitale e automatizzata, la sospensione delle prestazioni non urgenti e, in seguito, la loro riprogrammazione.

Il progetto “A tutto Test” nasce però in virtù dell’invito della Regione Emilia-Romagna a sensibilizzare i cittadini a svolgere i test sierologici. Con particolare riferimento all'intensificazione del servizio di screening mediante test sierologici promosso dal Governo, infatti, l'iniziativa ha permesso di raggiungere in modalità completamente automatizzata (al costo consip di una telefonata quindi) un numero enorme di cittadini in tempi record.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente