Un sms fa buon sangue

Filo Diretto con i donatori, perché "Grazie" è davvero il minimo che si possa dire. Anche in multicanalità.

Il Centro Regionale Sangue dell’Emilia Romagna ha avviato un particolare progetto volto a ringraziare personalmente i donatori e creare con loro “occasioni di contatto”. Il sistema, per ora attivo via sms, ma già predisposto anche per altre canalità, tra cui le APPs, è partito con lo slogan “un sms fa buon sangue” e coinvolge circa 2000 donatori giornalieri. Ogni donatore, chiamato con il proprio nome, vedrà apparire sul telefono due messaggi successivi:

1) il giorno della donazione: Ciao, grazie per aver donato. Il tuo è un gesto prezioso di solidarietà.

2) dopo 45 giorni: Ciao, la tua donazione è andata a buon fine. Con il tuo gesto hai dato un aiuto alla vita.

Funzionale anche al lancio di campagne per reperire sangue di gruppi rari, la soluzione prevede un cruscotto web per verificare l’operatività del sistema e statistiche accurate sull’andamento delle donazioni (divise per giorno, sede e tipologia). Il sistema si integra con gli applicativi gestionali in uso nelle singole ASL.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Il Centro regionale sangue (CRS) è la struttura finalizzata a garantire l'autosufficienza regionale e a concorrere all'autosufficienza nazionale. Obiettivo del progetto, realizzato in collaborazione con I-Tel Srl, partner tecnologico, è migliorare la relazione e la comunicazione tra Ente pubblico e Cittadino, nonché creare "occasioni di contatto" personalizzate che sfruttino le canalità oggi esistenti (voce, sms, app, …) per aumentare la fidelizzazione dei donatori e, all'occorrenza lanciare campagne mirate di reperimento sangue per gruppi sanguigni rari.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?