UNESCO’s European HistoryCity Network & Napoliade

ArtExperience, la Cultura sviluppa il tuo business

The UNESCO European HistoriCity Content Creation Community Network è uno strumento strategico per incrementare la consapevolezza dei Patrimoni Culturali (tangibili ed intangibili) protetti dall’UNESCO mediante la creazione di una piattaforma per la promozione attiva degli Heritage all’interno di un network di comunità costituito da Città e/o Regioni che si gemellano per facilitare gli scambi culturali, economici ed educativi.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Per la valorizzazione e promozione dell’Heritage Tangibile/Intangibile delle Città e Luoghi Patrimonio dell’Umanità. Con obiettivi di marketing turistico mediante lo sviluppo di tecniche di place/cultural placement per il destination branding; la ridefinizione del concetto di Cittadinanza e impegno civico con percorsi capaci di stimolare la coesione,le comunanze e il valore condiviso. Partecipazione delle cittadinanze per aumentare il senso del luogo in cui si vive. Sfruttare al massimo i nuovi canali per rivisitare la relazione tra l'individuo e le comunità locali nell'era digitale; la facilitazione del cross-learning internazionale delle città e dei luoghi che fanno parte del network, comunicando attraverso adeguati dispositivi di narrative storytelling le città come destinazione turistica attraente rafforzando la loro immagine sia a livello locale che internazionale applicando concetti di Cultural Diplomacy & Soft Power, Experience marketing & Destination branding/Location placement.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?