Un’organizzazione sostenibile e partecipata

Un processo partecipativo per costruire, insieme a dipendenti, la nuova organizzazione del Comune di Parma e raggiungere gli SDGs

La nuova organizzazione del Comune di Parma nasce da un duplice processo partecipativo: 1) un ridisegno della struttura organizzativa dell’Ente che ha quale criterio di progettazione di fondo gli obiettivi del programma di mandato dell’Amministrazione che si è insediata nel giugno del 2017, già orientato alla visione di città sostenibile dell’Agenda 2030 (Parma, in quanto Città Creativa UNESCO dal 2015, è impegnata nelle attività di cooperazione per implementare le politiche rivolte al Goal 11). La messa a punto del modello organizzativo ha visto la partecipazione di tutti i dirigenti e di tutti i quadri intermedi (posizioni organizzative) dell’Ente, in un percorso di change management, che vedrà diversi interventi formativi, per rendere efficace l’innovazione; 2) un’indagine sul benessere organizzativo rivolta a tutto il personale dell’Ente i cui risultati sono alla base delle politiche del personale che verranno implementate nello sviluppo della nuova organizzazione.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’orientamento all’Agenda 2030 rende sempre più necessario operare per politiche trasversali che, a loro volta, presuppongono un forte spirito di collaborazione, superando la gerarchia come unico strumento. Le politiche per la sostenibilità delle città e delle comunità mettono, infatti, in campo valori, quali la fiducia - da considerarsi un bene comune - che non possono essere agiti per l’esterno dell’Ente, se non vissuti anche all’interno; le politiche di cittadinanza attiva per l’inclusione e la coesione sociale, richiedono l’azione congiunta di competenze allocate in settori diversi. Questo comporta capacità di auto-organizzazione di gruppo dal basso e nuove modalità di relazione con la cittadinanza, da coinvolgere anche nel ridisegno dei servizi. L’obiettivo è la valorizzazione professionale mediante gruppi di lavoro trasversali, condotti non necessariamente da dirigenti o funzionari, in cui le persone possano crescere sia sotto il profilo professionale, che quello personale.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?