A.O.R.N Antonio Cardarelli di Napoli

L’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale “Antonio Cardarelli” è una grande azienda erogatrice di servizi sanitari, cui competono funzioni e responsabilità rilevanti, nell’esercizio di assicurare l’assistenza sanitaria su un ampio territorio, il quale abbraccia un bacino di utenza esteso, oltre alla città, anche alla provincia ed alla Campania, e rappresenta un punto di riferimento per altre regioni d’Italia, in particolar modo del Meridione. L’Ospedale “Cardarelli” svolge un ruolo di primo piano per quanto riguarda l’assistenza sanitaria di urgenza: è infatti sede di Dipartimento di Emergenza-Accettazione di secondo livello, assicurando prestazioni di pronto soccorso in molteplici specialità. È sede del Centro Grandi Ustionati, del Centro Antiveleni e del Centro per i Trapianti Epatici, (Centri di Emergenza Regionali); è presente altresì il Centro di Terapia Iperbarica. L’azienda si distingue anche per le attività specialistiche di elezione di area medica e chirurgica, rappresentando quindi un riferimento per la rete sanitaria della regione. L’attività assistenziale produce un elevato numero di ricoveri annui ordinari ed in day-hospital, mediamente superiori a 45.000, nonché di prestazioni erogate in regime ambulatoriale nell’ambito delle diverse specialità.

Soluzioni proposte

Il progetto ha previsto la realizzazione di applicazioni web (App) che consentono una gestione delle informazioni derivanti dalle diverse aree sanitarie in tempo reale con la possibilità di gestire la conoscenza, creando modelli di interazione più aperti, migliorando la velocit

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1809
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?