IDO by Wiseair

Il servizio di monitoraggio della qualità dell’aria su misura per le PA

La nostra soluzione si chiama IDO e permette alle città di mettere in piedi la propria piattaforma di decision making per la qualità dell'aria. Offriamo un servizio completo ai comuni: Abbiamo sviluppato un sensore per la misurazione del particolato atmosferico per raccogliere dati dove non sono disponibili.

Il sensore viene installato sul territorio ed è totalmente autonomo grazie ad un pannello solare (necessita solo di connessione al wi-fi per l’invio di dati); I nostri algoritmi di machine learning trasformano i dati raccolti in informazioni; Attraverso una dashboard web, l’Amministrazione è in grado di visualizzare i dati inviati e compararli tra loro. Inoltre, può scaricarli per le proprie analisi tecniche e condividerli con i propri cittadini tramite l’app Wiseair.

Obiettivi e destinatari: 
9 Municipalità su 10 in Italia e in Europa non hanno accesso a dati puntuali sulla qualità dell’aria La qualità dell'aria è un problema di cui parlano tutti (soprattutto nell'ultimo anno anche per colpa di Covid). Tuttavia, in Italia (e in Europa), 9 comuni su 10 non hanno accesso ai dati sulla qualità dell'aria. Questo è il problema che stiamo cercando di risolvere, dando alle città l'accesso ai dati che mancano e che possono sfruttare per prendere decisioni per migliorare la vita dei loro cittadini. Il nostro servizio è integrativo rispetto al lavoro già portato avanti dalle agenzie regionali (con cui collaboriamo).

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1692
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?