Il Clinical Nurse Specialist e rete infermieristica nella gestione delle Lesioni da Pressione Croniche attraverso la consulenza infermieristica informatizzata

Il Clinical Nurse Specialist in Wound Care e consulenza informatizzata

In letteratura esistono diverse ricerche inerenti modelli gestiti dal Clinical Nurse Specialist in Wound Care protocolli e strumenti operativi atti a migliorare la gestione dei pazienti affetti da LDP, ma pochi sono gli studi che hanno avuto come obiettivo principale quello di verificare l’efficacia di un modello unico e multidimensionale, che preveda la sinergia di interventi messi in atto dallo specialista mediante la consulenza informatizzata, al fine di migliorare gli outcomes quali Wound Healing, qualità di vita e soddisfazione.

Obiettivi e destinatari: 
Obiettivi generali 1.Implementazione nel setting Ospedale-Territorio del Clinical Nurse Specialist in Wound Care e rete infermieristica gestita mediante la consulenza infermieristica informatizzata. Obiettivi specifici 1. Mappare e gestire in maniera avanzata i pazienti affetti da lesioni da pressione ad opera del Clinical Nurse Specialist in Wound Care. 2. Rilevare i livelli di riparazione tissutale, qualità di vita e customer satisfaction del paziente affetto da lesioni da pressione croniche a Tempo 0 e dopo 6 mesi dalla presa in carico del Clinical Nurse Specialist in Wound Care e a Tempo zero (0). Destinatari: utenti affetti da lesioni da pressione gestiti nella ASL Roma 4

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1692
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?