La marmellata delle Regine della Reggia di Caserta

Da prodotto di scarto a simbolo di riscatto e sostenibilità: un progetto sperimentale di economia circolare e solidale

La Reggia di Caserta ha avviato un progetto sperimentale di economia circolare e solidale con la cooperativa E.V.A.. La onlus è impegnata, da decenni, in servizi di prevenzione e contrasto della violenza su donne e minori. Dal 2012 ha attivato a Casal di Principe, in un bene confiscato alla criminalità organizzata, un laboratorio che sostiene l’autonomia e l’inserimento lavorativo di persone in difficoltà.

L'identità della Reggia di Caserta, Museo del Ministero della Cultura riconosciuto dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, ha un originario spirito produttivo che deve conciliarsi oggi con gli obiettivi dell’Agenda 2030. Questo progetto integra tale ottica con la solidarietà sociale. La partnership con la coop ha ad oggetto la raccolta degli agrumi, destinati finora alla macerazione naturale o allo smaltimento oneroso, per la preparazione e commercializzazione della "marmellata delle Regine". I ricavi saranno destinati interamente ai progetti di tutela di soggetti vittime di violenza.

Obiettivi e destinatari: 
Il progetto della marmellata delle Regine ha l'obiettivo di trasformare un prodotto finora considerato quale scarto in un'occasione di riscatto per donne vittime di violenza. Nel Parco Reale della Reggia di Caserta ci sono, infatti, circa 300 alberi di agrumi che prima dell'attivazione di questo progetto finivano al macero. Il prodotto è commercializzato online e all'interno del Museo. I ricavi sono destinati ai progetti di tutela delle donne vittime di violenza che hanno raccolto le arance e le hanno trasformate in marmellata.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1692
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?