Green and Safety School

A scuola a piedi in sicurezza

Green and Safety School è un’iniziativa della Regione Calabria che promuove l’istituzione di aree pedonali vicino alle scuole e finanzia la loro sistemazione per incentivare il trasporto pedonale e avere a disposizione spazi per le emergenze. L’iniziativa ha lo scopo di istituire aree chiuse al traffico in cui i pedoni (bambini, ragazzi, famiglie, docenti e personale), soprattutto se con difficoltà motorie e sensoriali, sono protetti e aiutati a raggiugere la scuola a piedi. In termini di sostenibilità, significa migliorare l’inclusione, l’accessibilità e la sicurezza (sostenibilità sociale), ridurre l’inquinamento (sostenibilità ambientale) ed i costi del trasporto (sostenibilità economica) in accordo con le indicazioni di Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Obiettivi e destinatari: 
Green and Safety School è una delle iniziative della Regione Calabria per valorizzare, promuovere e sostenere il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità e resilienza fissati nell’Agenda 2030 dell’ONU. L'obiettivo è il raggiungimento della sostenibilità nei termini di miglioramento dell’inclusione, dell’accessibilità e della sicurezza stradale (sociale), di riduzione dell’inquinamento (ambientale) e dei costi del trasporto (economica). Rispetto alla sicurezza, in particolare, Green and Safety contribuisce a soddisfare i bisogni di riduzione del rischio, come conseguenza della riduzione dell’esposizione in complementarietà alla riduzione della vulnerabilità di Scuola Sicura, altra iniziativa della Regione che finanzia interventi di adeguamento sismico nelle scuole. I destinatari sono i comuni.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1809
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?